L'Ats denuncia: i medici di famiglia non stanno aderendo alla campagna di vaccinazione - LinkOristano
In sardegna

L’Ats denuncia: i medici di famiglia non stanno aderendo alla campagna di vaccinazione

Il commissario Temussi in Commissione regionale

Massimo Temussi

L’Ats denuncia: i medici di famiglia non stanno aderendo alla campagna di vaccinazione
Il commissario Temussi in Commissione regionale

Immagine d’archivio

I medici di famiglia della Sardegna non stanno aderendo alla campagna vaccinale: su un totale di 1.242, hanno dato il consenso circa 220. La denuncia è del commissario dell’Ats, Massimo Temussi, nel corso dell’audizione in Commissione Sanità del Consiglio regionale.

I compensi proposti dall’Azienda Tutela Salute sono 3,60 euro per l’anamnesi e 6,40 per l’inoculazione. La somma sale a 18 euro per la somministrazione a domicilio. Per queste ultime, l’Ats ha anche comunicato di aver stretto accordi con diversi comuni per garantire i parcheggi gratis ai medici.

Sembra che l’ultimo problema sorto sia quello delle siringhe. I medici le hanno chieste pronte, col vaccino da inoculare, per la somministrazione a domicilio. L’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, interpellato dall’AGI, ha assicurato che anche queste verranno garantite. La Regione punta anche ad arruolare in forze i medici di base per imprimere una decisa accelerata alla campagna vaccinale.

Martedì, 4 maggio 2021

commenta