Coronavirus, la Sardegna migliora ancora ma a Cagliari e Oristano i numeri risalgono - LinkOristano
Covid-19

Coronavirus, la Sardegna migliora ancora ma a Cagliari e Oristano i numeri risalgono

Il report della Fondazione Gimbe con i dati dell’ultima settimana

Tampone test Covid-19
Tampone test Covid-19 - Foto di Thirdman da Pexels

Oristano

Il rapporto della Fondazione Gimbe con i dati dell’ultima settimana

In Sardegna migliora ancora l’andamento dei contagi da coronavirus, ma nella settimana da mercoledì 14 settembre a martedì 20 si registra un aumento dell’1,4% dei nuovi casi rispetto al precedente monitoraggio. In particolare, i contagi sono in lieve risalita in provincia di Oristano e nel Cagliaritano. Lo segnala il rapporto settimanale curato dalla Fondazione Gimbe.

L’incidenza è in discesa, con i positivi per 100.000 abitanti che calano a 269: la settimana scorsa erano 361. Il dato più significativo arriva dal Nuorese, dove i nuovi casi per 100.000 abitanti sono stati 144, con un -26,3% rispetto al precedente rilevamento.Nel Sassarese 109 casi ogni 100.000 abitanti (-2,8%) e nel Sud Sardegna 128 (-2,3%).

Vanno in controtendenza la città metropolitana di Cagliari con 157 (+23% rispetto alla settimana precedente) e l’Oristanese con 198 (+13,5%).

La percentuale di posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid è sopra la media nazionale, al 3,4% (2,5% il dato del precedente monitoraggio), mentre è sotto la media nazionale quella dei posti letto occupati in area medica, il 4,1% (4,7% il dato del precedente monitoraggio).

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, la percentuale di popolazione dai 5 anni in su che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 10,1% (media Italia 9,9%). A questo dato va aggiunta la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, perché guarita dal virus da meno di 180 giorni, pari all’1,9%.

La percentuale di popolazione dai 5 anni in su che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 12,2% (media Italia 11,2%). In questo caso a questo dato va aggiunta la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 5,7%. Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 11,6% (la media nazionale è del 16,6%).

La popolazione tra i 5 e gli 11 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari 41,6% (media Italia 35,2%) a cui aggiungere un ulteriore 4,5% (media Italia 3,3%) solo con la prima dose.

Giovedì, 22 settembre 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email redazione@linkoristano.it

commenta