Sviluppo e occupazione in Planargia grazie a un accordo di programma con la Regione: tappa a Bosa per il presidente Solinas - LinkOristano
L'incontro

Sviluppo e occupazione in Planargia grazie a un accordo di programma con la Regione: tappa a Bosa per il presidente Solinas

Il governatore si è confrontato con gli amministratori locali. Particolare attenzione è stata dedicata alla sanità

Christian Solinas.
Christian Solinas

Bosa

Il governatore si è confrontato con gli amministratori locali. Particolare attenzione è stata dedicata alla sanità

Un accordo di programma per il territorio per favorire sviluppo e occupazione. L’impegno per la Planargia è stato ribadito a Bosa dal presidente della Regione Christian Solinas, che nell’aula del consiglio comunale ha incontrato gli amministratori locali, per ascoltare le richieste del territorio da tradurre in atti concreti. Sanità, servizi, infrastrutture, sostegno al lavoro sono stati al centro del confronto.

“È importante un continuo confronto tra i territori e la Regione”, ha detto il presidente Solinas, “la Regione vuole essere sempre più vicina e attenta alle reali esigenze dei cittadini, dei quali i sindaci e gli amministratori, con il loro impegno quotidiano, sono interpreti”.

“L’accordo raggiunto nel 2019 con il Governo sull’annosa vertenza entrate, “ha proseguito il governatore sardo, “consente di contare su maggiori disponibilità per interventi mirati. Si tratta di 1 miliardo e 600 milioni per opere infrastrutturali e 384 milioni di sconto sui trasferimenti. Questo ci consente di liberare maggiori risorse rispetto al passato. Abbiamo rimesso in ordine i conti della Regione e accresciuto la nostra capacità di spesa”.

I temi sono stati condivisi con i sindaci dei nove comuni dell’unione della Planargia. Particolare attenzione è stata dedicata alla sanità, e alla grande importanza rivestita dall’ospedale Mastino, presidio di qualità sul quale la Regione ha già messo in atto importanti investimenti infrastrutturali e tecnologici.

“Dobbiamo fare passi da gigante per rimediare ai troppi errori del passato, che avevano condannato i piccoli ospedali a un rapido impoverimento quantitativo e qualitativo dei servizi. Per anni”, ha dichiarato Solinas, “il blocco del turnover e le mancate chiamate per la medicina generale hanno causato una grave carenza di organici. La riforma di questa Giunta afferma l’importanza dei presidi decentrati. Alla cronica carenza di medici stiamo cercando di rimediare con un aumento delle borse di studio, che abbiamo moltiplicato, così come siamo intervenuti con gli incentivi economici per favorire la scelta dei medici in favore delle piccole realtà. Nel frattempo, sono stati banditi o già programmati concorsi per 1.800 assunzioni”.

Spazio poi anche a turismo, infrastrutture, viabilità al centro degli incontri della giornata con i cittadini e con i rappresentanti di varie categorie. Il presidente Solinas ha poi visitato la locale stazione del Corpo Forestale regionale.

La tappa a Bosa, inoltre, è stata l’occasione per illustrare gli interventi finanziati dalla Regione per la messa in sicurezza del Temo, per un investimento complessivo di dieci milioni e cinquecentomila euro. Entro fine anno verrà bandita la gara d’appalto per i lavori di arginatura che cominceranno entro il 2023. È stato già approvato il progetto definitivo ed è in fase di approvazione quello esecutivo, a seguito del quale si procederà all’espletamento delle procedure di appalto. “Si tratta di un importante intervento di mitigazione del rischio connesso al dissesto idrogeologico e di valorizzazione dell’intera l’area”, il commento di Solinas.

Lunedì, 25 luglio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email redazione@linkoristano.it

Più informazioni
commenta