Arte, tradizione e cibo: "Baressa riparte" con un ricco calendario di eventi sino a dicembre, grazie a Comune e Pro loco - LinkOristano
Marmilla

Arte, tradizione e cibo: “Baressa riparte” con un ricco calendario di eventi sino a dicembre, grazie a Comune e Pro loco

Il prossimo appuntamento, la mostra fotografica di Marianna Ogana, visitabile fino al 2 ottobre

Generico giugno 2022
Lo scorso spettacolo in piazza a Baressa

Baressa

Il prossimo appuntamento, la mostra fotografica di Marianna Ogana, visitabile fino al 2 ottobre

Tanta voglia di normalità a Baressa, dov’è stato presentato un ampio calendario di eventi che animerà la piccola comunità della Marmilla fino all’ultimo giorno dell’anno. “Anche la nostra popolazione ha voglia di ricontrarsi dopo i due anni difficili di pandemia”, hanno voluto ribadire il sindaco di Baressa Mauro Cau, il suo vice Mirko Pisu e il presidente della Pro loco “Sa Mendua” Ulisse Corona, presentando il ricco cartellone che sarà rivolto a tutti i cittadini, per soddisfare le aspettative delle diverse fasce della popolazione.

Dopo il successo della serata di Teatro sotto le stelle con gli attori della compagnia teatrale “Tragodia” di Mogoro, adesso è il turno della cultura, del ballo e della musica. Il prossimo appuntamento sarà sabato 2 luglio alle 18 in piazza Municipio, con l’inaugurazione della seconda mostra del progetto “Fotografia Contemporanea in Marmilla” del Consorzio Due Giare e dell’associazione “Su Palatu Fotografia”, visitabile fino al 2 ottobre.

Saranno esposti gli scatti della giovane fotografa Marianna Ogana, che ha soggiornato diverse settimane nel paese della Marmilla: con le sue immagini, offrirà una visione originale delle attività tradizionali di Baressa legate al settore agricolo fra passato e prospettive future.

All’inaugurazione saranno presenti il sindaco Mauro Cau, il presidente delle Due Giare Lino Zedda, il presidente di “Su Palatu Fotografia” Salvatore Ligios, la fotografa Marianna Ogana e la curatrice del progetto Giulia Aromando. A seguire, un rinfresco e il concerto della banda musicale di Ales, diretta dal maestro Luca Mangini, in piazza della Pace, nota anche come piazza Padre Pio.

La stessa curatrice del progetto fotografico, Giulia Aromando, ha spiegato l’intento della mostra: “Nell’interrogare il rapporto con la vita organica sulla terra e con un’ecologia sempre più erosa e compromessa nelle sue forme di esistenza, Marianna Ogana immagina uno spazio altro, di confine, un rifugio per la diversità la cui tonalità poetica e civile si palesa nelle calde cromie avvolgenti di luci artificiali al led, nella ricorrenza di geometrie vegetali mosse dall’inesausta pulsione alla vita come più autentica forma d’essere-nel-mondo”.

Il cartellone proseguirà domenica 10 luglio, con una giornata dedicata alla sicurezza in mare nella spiaggia del Poetto, organizzata in collaborazione con la Croce Rossa e riservata a bambini e famiglie.

Le serate estive a Baressa continueranno con tanto cinema all’aperto, con le feste tradizionali come Santa Maria Atzeni, mentre a settembre ci sarà il grande ritorno della sagra della mandorla, che taglierà il traguardo della 29esima edizione, con tante novità.

In autunno sono previste gite per la popolazione, poi tradizioni e degustazioni, in una giornata dell’olio arricchita da una manifestazione in bici, infine la castagnata e bruschettata, ancora in via di definizione.

“Proseguiremo sino a Natale e Capodanno con un gran finale fatto di musica e tanta aggregazione”, hanno anticipato gli amministratori di Baressa e il numero uno della Pro loco.

“Siamo molto soddisfatti di questo cartellone”, hanno concluso il sindaco Cau, il vice Pisu e il presidente della Pro loco Corona, “ci aspettiamo tanta partecipazione da parte dei nostri cittadini ma anche di coloro che risiedono nei comuni vicini. Baressa ripartirà anche con la socializzazione”.

Sull’iniziativa del Comune di Baressa di presentare un ricco cartellone, il presidente del Consorzio Due Giare Lino Zedda ha commentato: “Una bella dimostrazione di vitalità da parte di uno dei nostri 13 comuni. Il territorio diventa più accogliente anche con iniziative come queste”.

Martedì 28 giugno 2022

Più informazioni
commenta