Commercialisti e Pnrr: c'è intesa con la Regione - LinkOristano
Economia

Commercialisti e Pnrr: c’è intesa con la Regione

Parla la presidente dell'Ordine Giuseppina Uda

Anita Pili Giuseppina Uda
La presidente Giuseppina Uda e l'assessore Anita Pili

Oristano

Parla la presidente dell’Ordine Giuseppina Uda

Gli iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, sia nell’ambito dell’attività di consulenza in qualità di commercialisti che nel ruolo dei revisori contabili o sindaci, si candidano ad essere i soggetti che riescono a dare concreta esecuzione al Piano nazionale di ripresa e resilienza della Sardegna. Lo ha sottolineato la presidente dell’Ordine di Oristano Giuseppina Uda, nell’intervento di saluto al seminario organizzato in città dall’Ancrel Oristano sul tema “Pnrr, una nuova sinergia tra soggetti attuatori e organo di revisione”, che ha avuto il patrocinio dello stesso Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

L’attività dei dottori commercialisti, è stato detto, è infatti essenziale in tutte le fasi di attuazione del PNRR e del PNC, dalla fase della programmazione, progettazione fino alla rendicontazione che ci vede protagonisti, come certificatori delle spese come previsto nel PNRR.

Per questo si chiede il supporto e il coinvolgimento dell’assessore regionale all’industria affinché diventi l’interlocutore dei soggetti coinvolti negli interventi del PNRR e PNC.

E l’assessore Anita Pili nel suo intervento, ha fornito significative assicurazioni in tal senso: “La Regione Sardegna risponde positivamente alla richiesta della presidente Uda di supporto di coinvolgimento per diventare l’interlocutore dei soggetti coinvolti negli interventi del PNRR e del PNC. Le risorse a disposizione sono una vera sfida per i nostri territori, ma in assenza di una governance all’altezza dell’innovazione richiesta e in assenza di un rafforzamento delle amministrazioni periferiche, veri attuatori del sistema, rischiamo di non riuscire a raggiungere il risultato di una corretta spendita delle risorse penalizzando fortemente i territori”.

Per quanto riguarda invece l’intervento del relatore Siuni, associato Acrel ma non iscritto all’Albo dei dottori commercialisti, la presidente Uda ha puntualizzato che il relatore è intervenuto sull’argomento dei controlli della Guardia di Finanza a titolo personale e che non ha espresso in alcun modo la posizione ufficiale della Guardia di Finanza sul tema dei controlli.

La presidente Uda ha concluso i suoi saluti ai partecipanti al seminario citando una frase del presidente nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Elbano De Nuccio: “Noi commercialisti siamo pronti a fare ancora una volta la nostra parte come è già accaduto nel corso della crisi pandemica durante la quale siamo stati al fianco di imprese e famiglie per seguire tutte le procedure relative alle misure di sostegno. Adesso è giunto il momento del cambio di passo che consenta di mettere in campo un nuovo modello sistemico dì coinvolgimento dei professionisti per il rilancio dell’economia di tutto il nostro Paese”.

Assemblea

Giovedì, 23 giugno 2022

commenta