A Is Bangius va in scena “Il vino in età romana”, un viaggio nella storia tra cibo e cultura - LinkOristano
Eventi

A Is Bangius va in scena “Il vino in età romana”, un viaggio nella storia tra cibo e cultura

Sarà possibile degustare i prodotti del territorio di Marrubiu e scoprire un passato ancora misterioso

Area delle Terme di Is Bangius. Foto di Mare Calmo
Area delle terme di Is Bangius. Foto di Mare Calmo

Marrubiu

Sarà possibile degustare i prodotti del territorio e scoprire un passato ancora misterioso

Tornare indietro di circa 2.000 anni fino ai tempi dell’antica Roma, assaporando sapori ormai dimenticati. È un viaggio nel tempo con il gusto quello che offriranno domenica prossima – il 26 giugno alle 18 – le associazioni Taste of Sardinia, Mare Calmo, Sardinia Romana e Officine del Gusto in una cornice unica: il sito di Is Bangius, a Marrubiu.  

È tutto pronto all’appuntamento con “Il vino in età romana”, il primo del percorso enogastronomico “Gustiamoci la storia” organizzato con l’obiettivo di creare un incontro esperienziale e sostenibile, in cui l’enogastronomia si unirà indissolubilmente alla scoperta del territorio e delle sue culture.

L’associazione Sardinia Romana, in collaborazione con la Cantina Quartomoro di Sardegna, proporrà un confronto tra il vino preparato e consumato in età romana, con aggiunta di spezie e sapori particolari, e il vino contemporaneo prodotto dalla cantina sita a pochi passi dal sito archeologico.  

L’associazione Officine del Gusto, insieme al salumificio Monte Arci di Is Bangius, completeranno il percorso di degustazione, proponendo un’eccellente selezione di prodotti insaccati.

Il viaggio nella storia e nei sensi sarà infine arricchito da approfondimenti e ricostruzioni storiche curate dall’associazione Sardinia Romana, che racconterà gli usi e i costumi dei romani, e da Mare Calmo, al quale sarà affidata la visita guidata del sito. 

Non è un caso la scelta di Is Bangius per l’evento di apertura. Si tratta di un’area archeologica risalente al II e III secolo d.C. ancora poco conosciuta dagli stessi abitanti del Terralbese: da tempo il Comune di Marrubiu si impegna a valorizzarla, aprendola al pubblico per alcune occasioni. Il Comune, infatti, ha dato il patrocinio all’evento di domenica.

Attorno al mistero che ancora avvolge questo Praetorium – la sede del governatore della provincia della Sardegna durante i suoi spostamenti, caratterizzato da una villa adornata da intonaci dipinti e da un impianto termale decorato da mosaici e rivestito in marmo – le quattro associazioni hanno voluto scommettere sul futuro del turismo enogastronomico e culturale sardo. 

La sfida non può che cominciare qui, in questo antico edificio unico nel suo genere: il solo, insieme a una struttura simile in Grecia, che si può trovare in Europa.

Giovedì 23 giugno 2022

Più informazioni
commenta