Oltre 150 chili di rifiuti raccolti a Seu e Maimoni: troppa plastica nell'ambiente - LinkOristano
Ambiente

Oltre 150 chili di rifiuti raccolti a Seu e Maimoni: troppa plastica nell’ambiente

Ieri la seconda giornata ecologica promossa dall'Area Marina Penisola del Sinis Isola di Mal di Ventre

Sinis - giornata ecologica
I rifiuti raccolti - Foto Ufficio Stampa Comune Cabras

Cabras

Ieri la seconda giornata ecologica promossa dall’Area Marina Penisola del Sinis Isola di Mal di Ventre

Circa 150 chili di rifiuti sono stati raccolti durante la seconda delle giornate ecologiche 2022 organizzate dall’Area Marina Protetta Penisola del Sinis Isola di Mal di Ventre, ieri all’Oasi di Seu e nella spiaggia di Maimoni.

Assieme alla tanta plastica – il materiale più comune disperso nell’ambiente – raccolti anche alcuni copertoni di automobile.

“Durante tutto l’inverno l’Area Marina Protetta, in virtù della convenzione stipulata dal Comune con il Tribunale di Oristano, ha presidiato la zona con l’attività delle persone che si trovano in stato di messa alla prova”, ha spiegato il direttore dell’area marina protetta Massimo Marras, parlando di “un lavoro importante per preservare il territorio ed evitare l’accumulo di materiale ingombrante sulla costa”.

“L’attività di ripulitura delle spiagge dai rifiuti invernali, molti trasportati dalle correnti marine, è una prassi che questa Amministrazione ha posto stabilmente tra gli obiettivi annuali della Amp e che si rinnova in primo luogo grazie all’impegno degli operatori della riserva marina e dei tanti volontari”, ha affermato il sindaco di Cabras, Andrea Abis, “e da quest’anno con un programma di recupero sociale”.

“È fondamentale che ogni cittadino adotti il territorio come bene proprio e si senta costantemente responsabile della sua cura, anche nella quotidianità”, ha concluso il sindaco. “Questo passaggio culturale è decisivo”.

Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 29 maggio, a Is Arutas e Portu Suedda.

Lunedì, 23 maggio 2022

commenta