Terre d'acqua, studenti del De Castro di Oristano protagonisti col progetto Maristanis - LinkOristano
Scuola e ambiente

Terre d’acqua, studenti del De Castro di Oristano protagonisti col progetto Maristanis

Escursione in attesa degli esiti di un concorso

Terralba studenti De Castro Medsea
Foto di Manuela Fa

Terralba

Escursione in attesa degli esiti di un concorso

Una passeggiata alla riscoperta del proprio territorio stamane a Terralba, dove gli studenti della 5ª C del liceo “De Castro” di Oristano – una quindicina, accompagnati dai docenti Rosalina Barrui, Carla Perra e Sergio Mestroni – si sono ritrovati assieme agli esperti della fondazione Medsea, Afni e di Forestas, tra cui il sostituto direttore del servizio territoriale di Oristano,Ugo Tanchis, per approfondire dal vivo quanto appreso in questi mesi grazie al concorso per le scuole “Terre d’acqua”.

Il concorso, che rientrava all’interno delle attività di sensibilizzazione delle aree umide del progetto Maristanis di Medsea, lanciato a febbraio in occasione della Giornata mondiale delle Zone umide, ha visto una dozzina di classi partecipanti, dalle primarie alle superiori di Terralba, Arborea, Santa Giusta e Oristano, sfidarsi sul tema degli stagni e delle lagune, per lanciare un messaggio di tutela e protezione attraverso il disegno e il fumetto.

Tra le classi anche quella del liceo oristanese, che concorre alla sezione fumetto con l’opera di Francesco Contu, dedicata all’ambiente dello stagno di Santa Giusta, in particolare la flora e la fauna presenti nell’area. È una storia che mette in luce la fragilità della natura, sempre più minacciata dall’uomo.

Mentre gli elaborati – un’ottantina circa – sono in corso di valutazione da parte della giuria, diverse sono state le attività didattiche di questi mesi che hanno avuto come tema quello della protezione delle zone umide, portate avanti dai docenti dell’Oristanese e dall’economista ambientale Medsea, Vania Statzu.

Dalla teoria alla pratica, i ragazzi entusiasti e già preparati sulle peculiarità naturalistiche e ambientali della zona, hanno avuto modo, questa mattina, di esplorare il proprio territorio con occhi nuovi. Accolti anche dall’assessore all’ambiente del comune di Terralba, Simone Puddu, gli studenti del De Castro hanno percorso il giardino temporaneo delle orchidee, in via della Pineta a Terralba, poi hanno proseguito e visitato la Torre vecchia di Marceddì.

Le attività di esplorazione del territorio zone umide continueranno anche a maggio: il 17 si terrà una giornata con il Fai con le scuole per accogliere due classi primarie dell’istituto di Terralba che hanno partecipato al “Progetto Isaia”.

Terralba studenti De Castro Medsea
Foto di Manuela Fa

Mercoledì, 27 aprile 2022 – RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Linkoristano

Più informazioni
commenta