Covid: i farmaci monoclonali utilizzati per la prima volta su due pazienti dell'ospedale di Oristano - LinkOristano
Emergenza coronavirus

Covid: i farmaci monoclonali utilizzati per la prima volta su due pazienti dell’ospedale di Oristano

Domani dovrebbero essere dimessi

Covid farmaci monoclonali

Oristano

Domani dovrebbero essere dimessi

I nuovi farmaci monoclonali impiegati nella cura del covid 19  sono stati impiegati per la prima volta su due pazienti dell’ospedale San Martino di Oristano. “Le loro condizioni sono buone e contiamo di dimetterli già domani”, ha spiegato il direttore sanitario dell’Asl di Oristano Peppinetto Figus.

L’Asl sta valutando adesso la possibilità che anche l’ospedale Delogu di Ghilarza possa essere abilitato alla somministrazione della terapia a base di anticorpi monoclonali antivirali e degli antivirali sistemici per il trattamento dei pazienti affetti da Covid.

La Regione nei giorni scorsi aveva abilitato in Sardegna una decina di presidi ospedalieri, tra i quali il San Martino.

Le rispettive Asl o Aziende di riferimento, prima di avviare la somministrazione dei farmaci monoclonali, sono state invitate a seguire una rigida procedura a cominciare dalla  comunicazione dell’elenco dei medici autorizzati alla prescrizione di queste terapie.

Non solo, la terapia a base di anticorpi monoclonali antivirali e degli antivirali sistemici è riservata ai pazienti affetti da Covid, senza necessità di ossigeno-terapia ma ad alto rischio di Covid-19 grave. 

Mercoledì, 26 gennaio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video,  puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email redazione@linkoristano.it

Più informazioni
commenta