A Cagliari e Quartu ordinanze dei sindaci: con un positivo in classe tutti a casa, se non c'è il tampone subito - LinkOristano
Coronavirus

A Cagliari e Quartu ordinanze dei sindaci: con un positivo in classe tutti a casa, se non c’è il tampone subito

Il provvedimento riguarda le scuole primarie

Scuola Solarussa
Foto archivio

Cagliari

Il provvedimento riguarda le scuole primarie

Con un contagio da coronavirus in classe, stop alla didattica in presenza, nelle scuole primarie, se alunni e docenti non potranno sottoporsi immediatamente a un tampone rapido o molecolare. È quanto accadrà a Cagliari e Quartu Sant’Elena: così dispongono le ordinanze a contrasto della diffusione dei contagi, firmate nelle scorse ore dai sindaci Paolo Truzzu e Graziano Milia.

Tutte le scuole primarie cittadine, qualora riscontrino un caso di positività nella stessa classe e non sia possibile effettuare immediatamente la sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare e in presenza del provvedimento di sorveglianza massivo previsto dal punto 8 delle FAQ del 20 gennaio 2022 del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Asl 8 di Cagliari, dovranno sospendere l’attività in presenza della classe e attivare la didattica a distanza sino all’esito negativo dei test degli alunni.

“Il provvedimento”, sottolineano Truzzi e Milia, “vuole contribuire a fornire maggiore chiarezza alle famiglie e alle istituzioni scolastiche nella gestione delle criticità relative alla diffusione dei contagi in un momento come questo di grande difficoltà”.

“Ci auguriamo che quanto prima Regione e Governo intervengano per garantire la gratuità dei test antigenici anche agli alunni delle primarie e dell’infanzia”, concludono i sindaci di Cagliari e Quartu, “come già avviene per le scuole superiori. Non è possibile caricare le famiglie di un costo di centinaia di euro a settimana per garantire un diritto costituzionalmente garantito: il diritto all’istruzione”.

Martedì, 25 gennaio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email redazione@linkoristano.it

commenta