"Il Battaglione Carabinieri Sardegna non si tocca". Il deputato Deidda (FdI) contesta - LinkOristano
Forze armate

“Il Battaglione Carabinieri Sardegna non si tocca”. Il deputato Deidda (FdI) contesta

Rischio chiusura?

presentazione FdI Oristano conferenza stampa salvatore deidda
Salvatore Deidda

Cagliari

Rischio chiusura?

“Presenterò immediatamente un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno e a quello della Difesa per impedire la chiusura del IX Battaglione Carabinieri Sardegna, come appreso, recentemente, da un comunicato di un’associazione militare a carattere sindacale sull’intenzione del Ministero di voler sopprimere il medesimo”. È quanto dichiarato da Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo in Commissione Difesa della Camera.

“Ho avuto modo di visitare mesi fa il Battaglione”, ha proseguito l’esponente di FdI, “e ho riscontrato i dati sulla dotazione organica, sulle funzioni e sui progetti di ristrutturazione. Il Battaglione, negli anni, ha rappresentato non solo per Cagliari, dove ha sede, ma per tutta la Sardegna, una forza insostituibile d’intervento per la tutela della pubblica sicurezza e dell’ordine pubblico. E ho avuto la fortuna, inoltre, negli anni Novanta, di svolgere il servizio di carabiniere ausiliario”.

“Trasformarlo in un Comando di Compagnia distaccata”, ha sottolineato ancora Salvatore Deidda, “determinerebbe il passaggio di una parte dei militari alle dipendenze dei territori, riducendo così il numero degli uomini per il reparto, impegnato non solo nella gestione dell’ordine pubblico dell’intera isola, ma anche, come prevede la normativa, anche come forza di pronto intervento per le pubbliche calamità”.

“Chiedo dunque al ministro quale azioni intenda adottare al fine di potenziare l’organico del reparto e scongiurarne le chiusura e la trasformazione in un Comando di Compagnia distaccata. Come Fratelli d’Italia”, ha concluso il deputato, “lo riteniamo un taglio inaccettabile e in ogni sede ci opporremo”.

Martedì, 19 ottobre 2021

commenta