Elezioni comunali in provincia di Oristano: i risultati dello spoglio in diretta - LinkOristano
Prima categoria

Elezioni comunali in provincia di Oristano: i risultati dello spoglio in diretta

Sedici i paesi dove si sono aperte le urne

Elezioni comunali

Oristano

Sedici i paesi dove si è votato

Bonarcado – La consigliera regionale della Lega Annalisa Mele guiderà il Comune di Bonarcado: è il primo sindaco leghista in  provincia di Oristano. E’ stata eletta sindaco con 754 voti su 795 votanti a fronte di 1544 elettori.

A lei quindi un consenso percentuale del 51,49%.

Le schede nulle sono state 26, le bianche 15.

Con Annalisa Mele si è subito complimentato  Eugenio Zoffili, deputato e Coordinatore Lega Salvini Premier Sardegna:  “Per la Lega Sardegna questa tornata amministrativa inizia con la splendida notizia della nostra consigliera regionale, Annalisa Mele, eletta sindaco di Bonarcado, in provincia di Oristano. Un esempio di dedizione al proprio territorio, sia dal punto di vista professionale, Annalisa opera come medico di medicina generale, sia dal punto di vista del radicamento politico capace di fare sintesi tra piano locale e piano regionale a vantaggio del bene dei cittadini. Complimenti Annalisa e buon lavoro, la Lega Sardegna è fiera di te”.

Ollastra – Osvaldo Congiu è il nuovo sindaco di Ollastra. Dalla competizione elettorale esce sconfitto Giovanni Cianciotto, sindaco uscente del paese.

Al nuovo sindaco sono andati 376 voti, pari al 52,37%. Cianciotto  si è fermato, invece, al 47,63% , con 342 voti.

Riola Sardo – Il Comune esce dal commissariamento con Lorenzo Pinna, eletto nuovo sindaco del paese. Già candidato sindaco nel 2018, quando a vincere le amministrative era stato Mauro Saba, ed ex assessore nella giunta guidata da Domenico Ari, ha avuto la meglio proprio su quest’ultimo e sulla terza sfidante, Irene Erdas.

Pinna ha ottenuto 681 voti (55,77%), contro i 385 voti di Erdas (31,53%) e 155 di Ari (12, 69%). Complessivamente hanno votato 1244 cittadini sui 1991 aventi diritto (62,48%). Sono state presentate anche 15 schede nulle e 8 schede bianche.

Villaurbana – Paolo Pireddu è stato confermato alla guida del Comune di Villaurbana. Il sindaco uscente ha battuto lo sfidante Daniel Meloni.

Paolo Pireddu ha ottenuto 664 voti, pari al 60, 92% delle preferenze. Daniel Meloni si è fermato al 39,08% (426 voti). Nel paese si è recato alle urne il 77,61% degli aventi diritto (1109 persone su 1429). Nelle urne anche 14 schede nulle e 5 schede bianche.

Marrubiu – Luca Corrias è stato eletto sindaco di Marrubiu. L’ex vicesindaco del paese, unico ad aver presentato una lista, ha ricevuto 2358 voti su 4379 aventi diritto.

Tra i 2451 voti espressi a Marrubiu anche 54 schede nulle e 39 bianche.

Scano Montiferro – Fa il bis Antonio Flore Motzo, rieletto sindaco a Scano di Montiferro. È stato votato da 828 concittadini sui 878 che si sono presentati alle urne a votare (pari al 58,97% degli aventi diritto).

Nelle urne anche 30 schede nulle e 20 schede bianche. Quella di Motzo era l’unica lista in lizza per il governo del paese per i prossimi 5 anni.

Solarussa – Sfidava il quorum e ha vinto questa sfida Mario Tendas, riconfermato alla guida del Comune di Solarussa.

Il sindaco uscente è stato eletto con 951 voti sui 1001 espressi: 27 sono state le schede nulla e 23 le bianche.

Tendas, già consigliere regionale del Pd, è al suo secondo mandato.

Siris – Emanuele Pilloni è il nuovo sindaco di Siris. Già consigliere comunale, è stato eletto con 93 voti e il 50, 54% delle preferenze.

La sfidante Monica Dessì si è fermata a 91 voti, pari al 49,46% delle preferenze.

Nel paese hanno votato 187 cittadini su 240 elettori – il 77,92%.

Tramatza- Maria Sebastiana Moro ce l’ha fatta: l’assessora uscente è stata eletta sindaca di Tramatza.

La sua era l’unica lista presentata per l’appuntamento elettorale.

Maria Sebastiana Moro è stata votata da 478 concittadini su 992 elettori, pari al 48,19%.

Sono state 19 le schede nulle e 6 quelle bianche.

Senis – Salvatore Soi torna dopo diversi anni alla guida del Comune di Senis. È stato eletto con il 64,89% delle preferenze, pari a 207 voti.

Si è fermata, invece, a 112 voti, pari al 35,11% delle preferenze la sfidante e sindaca uscente Maria Serena Massa.

A Senis ha votato il 53,11% degli aventi diritto: 324 persone su 610. Sono state presentate 3 schede nulle e 2 schede bianche.

Cuglieri – Andrea Loche è il nuovo sindaco di Cuglieri. La sua era l’unica lista presentata per la tornata elettorale.

L’elezione di Loche è stata accompagnata da un piccolo giallo: nel sito del Ministero degli Interni, infatti, è stata indicata solo con l’ufficiosità perché il Ministero dovrà verificare il raggiungimento del quorum, quest’anno agevolato nei centri sotto i 15 mila abitanti dove non si contano neppure gli aventi diritto al voto  che  si trovano all’estero.

Andrea Loche, già sindaco di Cuglieri in passato, ha ricevuto 963 preferenze su 1042 votanti. Le schede nulle sono state 46 e quelle bianche 33.

Ruinas – Gianni Tatti torna alla guida del Comune di Ruinas. È stato eletto con 309 voti su 751 elettori.

L’ex consigliere regionale Udc è già stato sindaco del paese per 4 mandati negli anni scorsi.  Tatti guidava l’unica lista presentata per la tornata elettorale.

Nella sua carriera politica anche la carica di consigliere provinciale di Oristano. Tatti negli anni scorsi aveva aderito al partito Fratelli d’Italia.

Tadasuni – Pier Paolo Pisu è il nuovo sindaco di Tadasuni. L’attuale commissario del paese ha avuto la meglio contro lo sfidante Livio Deligia, già sindaco del paese del Barigadu in passato.

Dieci in valore assoluto i voti di scarto: 63 per Pisu 854,31%) e 53 per Deligia (45,69%).

Pier Paolo Pisu ha alle spalle un’importante carriera politica. Originario di Santu Lussurgiu è stato presidente del consiglio provinciale di Oristano e assessore provinciale al turismo.

Per anni funzionaria dell’Inps  è passato  poi a dirigere il servizio promozione dell’Assessorato regionale al turismo.

Albagiara – Risultati finali ad Albagiara. Con il 57,14% delle preferenze, Marcello Pilloni è il nuovo sindaco. Ha ottenuto 108 voti, a fronte degli 81  attribuiti alla sfidante Alessandra Muscas, ferma al 42,86%. Nel paese dell’Alta Marmilla l’affluenza alle urne è stata del 75,29%.

Nureci – Il Comune di Nureci sarà commissariato. Nel paese della Marmilla, infatti, non si è raggiunto il quorum per  l’elezione del sindaco e del consiglio comunale.

L’affluenza alle urne si è fermata al 28,34%. Hanno votato 89 aventi diritto, troppo pochi rispetto a quelli  che sarebbero serviti per “validare” la tornata elettorale.

Degli 89 voti espressi, 6 erano schede nulle e 3 bianche.

A Nureci era stata presentata per l’appuntamento elettorale solo una lista che aveva come candidata sindaca Daniela Medda.

Baradili – Sarà una donna a guidare il comune più piccolo della Sardegna, Baradili. E Maria Anna Camedda sarà anche il primo sindaco donna a guidare il paese.

L’assessora uscente ai Lavori pubblici e già vicesindaco era l’unica candidata alla carica di primo cittadino.

Ancora in fase di ultimazione lo spoglio delle schede, ma si può con ragionevolezza dire che Anna Maria Camedda guiderà il paese per i prossimi 5 anni.

Una nuova amministrazione nel segno della continuità con quella precedente guidata dal sindaco Lino Zedda, che  ha lasciato per il raggiungimento del cumulo massimo di mandati.

Lunedì, 11 ottobre 2021

commenta