Nuovi scavi a Mont'e Prama, su un terreno della Confraternita del Rosario e aree di privati - LinkOristano
Archeologia

Nuovi scavi a Mont’e Prama, su un terreno della Confraternita del Rosario e aree di privati

L'annuncio del presidente della Fondazione, Anthony Muroni

Mont'e Prama - Scavi - Agosto 2016 - Muro
Scavi a Mont'e Prama nel 2016

Cabras

L’annuncio del presidente della Fondazione, Anthony Muroni

La Soprintendenza di Cagliari e Oristano – in pieno accordo con la Fondazione – presto avvierà un nuovo intervento di scavi sul sito di Mont’e Prama. Lo ha reso noto il presidente della Fondazione Mont’e Prama, Anthony Muroni.

“L’area di intervento”, ha scritto Muroni, “ricade in parte su un terreno della Confraternita del Rosario e in parte su terreni privati, che verranno temporaneamente occupati”.

“Il progetto prevede l’ampliamento della ricerca archeologica e lo scavo di una parte delle sepolture già individuate, con le connesse indagini antropologiche, genetiche e radiocarboniche. La direzione scientifica”, ha proseguito il presidente della Fondazione, “è assegnata al dottor Alessandro Usai, alla dottoressa Maura Vargiu e all’antropologa Francesca Candillo, in collaborazione con il Museo della Storia di Roma”.

Anthony Muroni
Anthony Muroni

Ieri il Consiglio di amministrazione della Fondazione ha approvato il bando di concorso per l’individuazione del direttore. Muroni ha fatto sapere che “l’avviso verrà pubblicato appena i Ministeri delle Finanze e della Cultura, oltre che la Regione Autonoma della Sardegna, avranno indicato i nomi per la costituzione dell’Organo di revisione contabile e sarà possibile assumere l’impegno di spesa”.

Nella seduta di ieri il Cda ha inoltre approvato la rosa dei componenti della commissione giudicatrice che si occuperà di selezionare i migliori candidati per la carica di direttore e dovrà poi indicare tre nomi al Consiglio di amministrazione.

“La nomina della commissione”, ha precisato Muroni, “previa accettazione dell’incarico da parte dei prescelti, sarà formalizzata all’inizio della prossima settimana, con decreto del presidente”.

È stato indicato come presidente della commissione giudicatrice l’avvocato e professore universitario Pierpaolo Forte, docente ordinario di Diritto amministrativo presso l’Università del Sannio, già consigliere giuridico del ministero per i Beni e le attività culturali e attuale componente del Consiglio di amministrazione della Soprintendenza autonoma “Pompei” del Ministero della Cultura.

Il Cda ha scelto per la commissione giudicatrice anche la professoressa Simonetta Angiolillo, già docente ordinaria di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Cagliari, già direttrice della Scuola di specializzazione in Archeologia dell’Università degli studi di Cagliari; il professor Gert-Jan Burgers, docente ordinario di Archeologia mediterranea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della Vrjie Universiteit di Amsterdam e direttore scientifico del Museo MAFF di Francavilla Fontana; il professor Christian Greco, egittologo, direttore della Fondazione “Museo Egizio” di Torino e membro del Comitato tecnico-scientifico per i Beni Archeologici del MiC; la professoressa Fulvia Lo Schiavo, già soprintendente archeologica delle province di Sassari e Nuoro e soprintendente dei Beni archeologici della Toscana e del Friuli-Venezia Giulia.

Sabato, 2 ottobre 2021

commenta