Ladri ancora in azione, turisti derubati a Is Arutas: "Non torneremo più in Sardegna" - LinkOristano
Sinis

Ladri ancora in azione, turisti derubati a Is Arutas: “Non torneremo più in Sardegna”

Almeno tre furti in pochi giorni

Is Arutas - auto danneggiata per furto
L'auto danneggiata per compiere il furto

Cabras

Almeno tre furti in pochi giorni

Ancora furti sulle auto in sosta nel litorale del Sinis. Gli ultimi colpi sono stati messi a segno a Is Arutas. A denunciarlo una coppia di turisti romani.

Venerdì scorso, intorno alle 17, avevano parcheggiato l’auto nello stradone che conduce alla spiaggia, negli stalli liberi, e sono scesi a scattare alcune foto: “Il tempo non era bello ma abbiamo deciso comunque di vedere la spiaggia”.

Una sosta di una ventina di minuti. Quando sono tornati alla loro auto, hanno trovato la maniglia forzata, un finestrino rotto e tutto i bagagli spariti: “Siamo rimasti senza niente, nemmeno i vestiti. Ci hanno portato via tre valigie e degli zaini, una fotocamera Go-pro, i caricatori dei cellulari. Tutto”, racconta la turista, che ha presentato denuncia ai carabinieri di Cabras. “Ci hanno spiegato che non è un fatto insolito”.

“Mi piace la Sardegna, ma non torneremo più qui”, continua la derubata. “Con quello che mi è costato, considerando anche il furto, sarei andata in Indonesia”.

“La stessa spiacevole situazione è toccata nello stesso giorno anche a una coppia di turisti tedeschi al centro camperisti, e giorni prima, vicino a dove avevamo parcheggiato l’auto noi, a una coppia di francesi”, continua la turista romana, che anticipa: “Scriverò una pec al Comune di Cabras: perché la polizia locale non fa più controlli, invece di occuparsi solo di mettere multe?”

“Questo modo di fare turismo non fa bene a nessuno”, conclude.

Lunedì, 13 settembre 2021

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 0392

Più informazioni
commenta