I diportisti non rispettano i divieti in mare: canadair in difficoltà per caricare l'acqua - LinkOristano
Prima categoria

I diportisti non rispettano i divieti in mare: canadair in difficoltà per caricare l’acqua

Appello del Circomare di Bosa

Bosa Guardia costiera Circomare
Il battello GC-A63 del circomare di Bosa

Bosa

Appello del Circomare

Difficoltà nei prelievi di acqua per gli aerei canadair impegnati nella lotta all’incendio nel Montiferru a causa di diversi diportisti che non hanno rispettato l’ordinanza di interdizione del traffico marittimo,  tra Bosa Marina e Porto Alabe. Il provvedimento assunto d’urgenza dal comandate del Circomare Bosa, Fabrizio Frascella, ha  fatto scattare lo stop nel tratto di mare compreso tra i 200 ed i 1000 metri dalla costa,  utilizzato  dai canadair per caricare l’acqua.

Oggi una decina di diportisti sono stati fatti allontanare dalla motovedetta della guardia costiera che aveva dovuto abbandonare la zona, nella quale effettua attività di vigilanza e sgombero, per prestare soccorso a un gommone in avaria.

“Vorremo evitare di fare verbali”, precisa il comandante Frascella, sottolineando la necessità che i diportisti capiscano l’importanza della limitazione imposta dall’ordinanza.

“La presenza di diportisti in  queste  aree interdette, in violazione dell’ordinanza della Guardia Costiera di Bosa, oltre a costituire illecito amministrativamente rilevante”, si legge in una nota ufficiale diffusa dal Circomare di Bosa, “provoca notevoli difficoltà alla catena dei soccorsi, pertanto l’utenza marittima locale è invitata al rispetto delle misure attualmente vigenti in considerazione della grave emergenza in atto”.

Mercoledì, 28 luglio 2021

Più informazioni
commenta