A Baradili una settimana dedicata ai ravioli, moltiplicati dalla santa patrona - LinkOristano
Turismo

A Baradili una settimana dedicata ai ravioli, moltiplicati dalla santa patrona

Su cruguxioni come segnale di ripartenza dopo la pandemia, tra leggende e ricette creative

ravioli Baradili

Baradili
Su cruguxioni come segnale di ripartenza dopo la pandemia, tra leggende e ricette creative

Degustazioni gratuite e piatti speciali nei tre ristoranti-pizzeria, sconti al pastificio e ancora musica e animazione che si aggiungono ai riti religiosi per la patrona. Da martedì 13 a martedì 20 luglio, Baradili dedica a su cruguxioni – il raviolo – una settimana speciale. A conferma del fatto che un piccolo centro di appena 75 abitanti può dare lezioni anche alle grandi città, se può contare su fantasia, creatività e tanta determinazione a non scomparire.

“Abbiamo scelto i cruguxionis come simbolo di ripartenza della nostra comunità dopo il periodo più difficile della pandemia”, spiega il sindaco Lino Zedda, presidente del Consorzio Due Giare. “Non abbiamo potuto riproporre il nostro evento gastronomico come era organizzato prima del coronavirus. Abbiamo dunque pensato a una formula nuova per sostenere le attività produttive locali, ma anche offrire un minimo di convivialità ai nostri residenti e a tutto il territorio, naturalmente nel pieno rispetto delle norme anti-Covid”.

Le date scelte per la settimana dei ravioli a Baradili sono legate alla festa di Santa Margherita e si intrecciano con una leggenda fatta appunto di tradizione, religiosità popolare e gastronomia. Il 20 luglio si festeggia la patrona del paese, mentre il 13 Santa Mragaida Agattada o de is cruguxionis, ovvero “Santa Margherita ritrovata” o “dei ravioli”.

Poster settimana dei ravioli Baradili
Poster settimana dei ravioli

La leggenda popolare richiama il passo evangelico della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Si narra infatti che in quella data tre contadini di Baradili trovarono nei campi una statua della santa e corsero a riferire l’accaduto al parroco, in quel momento seduto a tavola davanti a un piatto in cui rimanevano solo tre ravioli. Il parroco invitò a trattenersi con lui a pranzo i tre giovani e subito i pochi ravioli rimasti si moltiplicarono (miracolosamente). E sembravano non finire mai, tanto che bastarono per tutte le persone del paese, accorse per celebrare l’accaduto e rendere omaggio alla statua della loro patrona.

La stessa sagra dei ravioli è nata una ventina d’anni fa per celebrare questa ricorrenza e ricordare la leggenda.

Lino Zedda
Lino Zedda, sindaco di Baradili

Il programma. I sette giorni de is cruguxionis inizieranno martedì 13 luglio alle 18,30 con la riapertura della chiesa parrocchiale di Santa Margherita, dopo i lavori di restauro e ristrutturazione. Oltre al sindaco Lino Zedda interverrà il vescovo di Ales-Terralba, monsignor Roberto Carboni. Subito dopo, nel giardino della pizzeria-ristorante Sa Scolla, l’inaugurazione ufficiale della Settimana dei ravioli, con un aperitivo di benvenuto. Giovedì 15 luglio alle 21,30 serata musicale alla pizzeria “Al Ranch”, il 16 luglio alle 21,30 musica alla pizzeria “Al Parco” e martedì 20 luglio festa religiosa della patrona con la messa alle 10,30.

Altre gustose e allettanti proposte attendono in questa settimana i visitatori e i turisti che sceglieranno di visitare Baradili. Soprattutto per sperimentare i ravioli in diverse varianti, sia dolci che salate: cruguxonis ai dolci di mandorla, aperitivi a base di raviolo e altre bontà gastronomiche.

Stand Baradili
La distribuzione dei ravioli in una edizione passata della manifestazione

Nei ristoranti Sa Scolla, Al Ranch e Al Parco, piatti a base di ravioli prodotti a Baradili grazie alle materie prime del pastificio locale “Santa Margherita”, dove, sempre per tutta la settimana, si potranno acquistare i cruguxionis a prezzo scontato. Le pizzerie Al Ranch e Al Parco dal 13 al 20 luglio proporranno la degustazione gratuita del raviolo dolce fritto a tutti i loro ospiti. A Sa Scolla invece una degustazione a prezzo speciale con una pizza, creata ad hoc per l’iniziativa, che omaggerà il raviolo, signore indiscusso della festa.

Baradili offrirà anche tanto altro. Nell’ex Montegranatico sarà visitabile gratuitamente – dalle 19 alle 23 – la mostra Pinocchio & friends, con le creazioni di Federico Coni Maestrodascia (aperta per tutta l’estate estate il sabato e la domenica, ma eccezionalmente anche martedì 13 e martedì 20 luglio). E ancora il parco giochi d’acqua “Iliradab” sarà aperto tutti i giorni con divertimento e momenti di aggregazione per tutti. Il più piccolo paese della Sardegna è dotato anche di un’area camper, di un vasto parco verde e vanta un centro storico sapientemente conservato.

Il sindaco Zedda lancia un invito: “Se amate il turismo lento e fuori dalle rotte tradizionali, spazi aperti, tranquillità, serenità, tutto a poca distanza dai grandi centri della Sardegna, venite in Marmilla per la Settimana dei ravioli e scoprite le bellezze di Baradili”.

Venerdì, 9 luglio 2021
commenta