Scuola, sanità, trasporti e imprese: parte il piano per l'Alta Marmilla - LinkOristano
Prima categoria

Scuola, sanità, trasporti e imprese: parte il piano per l’Alta Marmilla

In arrivo quasi otto milioni di investimenti col piano Snai

Scuola aula banchi

Scuola, sanità, trasporti e imprese: parte il piano per l’Alta Marmilla
In arrivo quasi otto milioni di investimenti col piano Snai

“Acceleriamo la realizzazione dei progetti compresi nella Strategia nazionale aree interne, Snai, per l’Alta Marmilla”. Così l’assessore alla Programmazione, Giuseppe Fasolino, annuncia la sottoscrizione, questa mattina, della convenzione attuativa dell’accordo di programma quadro “Alta Marmilla ecosistema innovativo” da parte del vicedirettore del CRP Francesca Lissia, del presidente dell’Unione dei Comuni Lino Zedda e della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Ales, Annalisa Frau.

La convenzione regolamenta la realizzazione dell’accordo e individua i soggetti attuatori degli interventi previsti, per quasi 8 milioni di fondi regionali, con capofila l’Unione dei Comuni, che si avvarrà della centrale unica di committenza. I comuni coinvolti sono Albagiara, Ales, Assolo, Asuni, Baradili, Baressa, Curcuris, Gonnoscodina, Gonnosnò, Morgongiori, Mogorella, Nureci, Pau, Ruinas, Senis, Sini, Usellus, Villa Sant’Antonio e Villa Verde.

Giuseppe Fasolino - Programmazione e Bilancio
Giuseppe Fasolino

La strategia dell’accordo si articola su quattro ambiti tematici: l’istruzione con il potenziamento dell’offerta formativa; la salute, con la realizzazione di un centro di eccellenza per i disturbi del comportamento alimentare; la mobilità, con la centrale operativa e le politiche per il mobility management; la coesione e la competitività con gli interventi per la valorizzazione e la commercializzazione dei prodotti del territorio.

“Il rilancio delle aree interne”, ha evidenziato l’assessore Fasolino, “è una sfida nella sfida, perché è il simbolo di una Sardegna consapevole che potrà rialzarsi dalle macerie della crisi economica e della pandemia solo se tutti i centri saranno nelle condizioni di poter sviluppare le proprie potenzialità. Ora”, ha concluso l’esponente della Giunta regionale, “è fondamentale entrare nella fase operativa e dare risposte concrete ai territori”.

lino-zedda-consorzio-due-giare
Lino Zedda

Cera: “Passo avanti fondamentale”. L’importanza della sottoscrizione della convenzione è stata evidenziata dal consigliere regionale e vice-capogruppo di Forza Italia Emanuele Cera. “Si tratta di un passo avanti fondamentale per i territori”, il commento dell’ex sindaco di San Nicolò d’Arcidano.

“L’impegno della Giunta, dell’assessore Fasolino e la costante attenzione che abbiamo messo in campo in questi mesi come consiglieri regionali”, ha sottolineato Cera, “sta dando i suoi frutti. Ora occorre tenere alto il ritmo per realizzare i numerosi progetti per la mobilità, l’istruzione, la salute, l’agroalimentare. Si tratta di circa 8 milioni che possono portare concreti benefici per i territori interessati”.

Emanuele Cera
Emanuele Cera
commenta