Primi passi verso il Distretto rurale “Giudicato di Arborea” - LinkOristano
Provincia

Primi passi verso il Distretto rurale “Giudicato di Arborea”

Sono 22 i comuni che fanno parte del comitato promotore

Grano

Primi passi verso il Distretto rurale “Giudicato di Arborea”
Sono 22 i comuni che fanno parte del comitato promotore

Foto archivio

È partito ufficialmente il processo per la creazione del Distretto rurale “Giudicato di Arborea”, tra i primi nell’Oristanese. Durante l’assemblea dei sindaci dei comuni aderenti, nell’anfiteatro di Mogoro, è stato sottoscritto il protocollo di intesa tra gli enti locali appartenenti alle Unioni dei Comuni dei Fenici, del Parte Montis, della Bassa Valle del Tirso e del Grighine e i Comuni di Marrubiu, Uras, San Nicolò d’Arcidano e Laconi.

“A oggi fanno parte del comitato 22 comuni, ma altri aderiranno nei prossimi giorni”, commenta il vicesindaco di Santa Giusta, Pier Paolo Erbì. Convinta anche l’adesione del sindaco di Simala, Giorgio Scanu, che è anche presidente dell’Unione dei Comuni Parte Montis: “Abbiamo voluto rafforzare la cooperazione sugli importanti temi dello sviluppo locale”.

Per il sindaco di Marrubiu, Andrea Santucciu, “occorre organizzare il territorio per le prossime competizioni, coinvolgendo attivamente tutte le realtà produttive e sostenendo processi partecipativi capaci di valorizzare le risorse endogene delle nostre comunità”.

Sul valore della cultura della ruralità e sull’importanza di fare rete è intervenuto il sindaco di Laconi, Salvatore Argiolas, che ha posto l’accento sulla forza dell’integrazione fra comunità della costa e delle zone interne, per valorizzare le filiere produttive e le aziende del territorio.

Adesso sarà avviato il processo di animazione e di coinvolgimento del mondo produttivo, delle organizzazioni di categoria, del mondo accademico e delle altre realtà sociali ed economiche che operano sui territori.

“Nei prossimi giorni”, commenta Giacomo Obino, sindaco di Simaxis e rappresentante dell’Unione Bassa Valle del Tirso e Grighine, “andremo a definire e condividere strategie, azioni e la governance del distretto, in cui la componente privata avrà un ruolo determinate”.

“Parallelamente”, conclude Pier Paolo Erbì, “sarà avviato un tavolo di concertazione con l’Assessorato regionale all’Agricoltura e verrà presentata la richiesta di supporto tecnico all’Agenzia Laore”.

Venerdì, 25 giugno 2021

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 03 92

commenta