Fiamme da un gommone avvolgono un uomo: esercitazione a Bosa - LinkOristano
Provincia

Fiamme da un gommone avvolgono un uomo: esercitazione a Bosa

Test coordinati dal Circomare, in collaborazione con Croce Rossa e Vigili del fuoco

Bosa - esercitazione antincendio

Fiamme da un gommone avvolgono un uomo: esercitazione a Bosa
Test coordinati dal Circomare, in collaborazione con Croce Rossa e Vigili del fuoco

Il gommone in fiamme

Fiamme dal motore di un gommone nei pressi del porto di Bosa, che hanno avvolto anche un uomo, mentre un altro è finito in acqua. È lo scenario dell’esercitazione – di successo – svolta ieri dalla Guardia Costiera della cittadina sul Temo, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana e i Vigli del fuoco.

L’iniziativa si è aperta con un briefing operativo nella sede dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa, in cui è stato presentato lo scenario dell’esercitazione ai soggetti coinvolti, scelto in base alla tipologia di unità navali che stazionano abitualmente nel porto della città della Planargia e del del relativo traffico navale.

L’esercitazione è partita dall’allarme lanciato dal comandante della imbarcazione che, con una telefonata alla sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa, segnalava un lieve incendio partito dal motore e la presenza di una persona i cui abiti sono stati avvolti dalle fiamme e di una seconda che si gettava in mare per la paura.

I soccorsi hanno previsto il dirottamento dell’unità da diporto in difficoltà a ridosso del braccio a protezione del porto di Isola Rossa, in modo tale da disporla in posizione favorevole rispetto a eventuali condizioni meteo-marine avverse e per evitare il propagarsi delle fiamme in banchina o ad altre unità. Lo spostamento della imbarcazione ha anche favorito l’intervento della motovedetta CP 835 e dei Vigili del fuoco, che hanno provveduto a salvare il diportista a rischio annegamento, a soccorrere l’ustionato e a contenere l’incendio, utilizzando gli estintori di bordo. A terra ha proseguito i soccorsi il personale sanitario.

Le operazioni di soccorso sono state gestite sul posto avanzato di coordinamento direttamente dal Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo, Tenente di Vascello Fabrizio Frascella, coadiuvato dai collaboratori della sala operativa della Guardia Costiera locale

Al termine dell’esercitazione si è svolto un de briefing, tenuto dal Comandante Frascella, che ha ringraziato tutti i partecipanti per aver contribuito alla buona riuscita dell’esercitazione, il cui esito è stato ritenuto adeguato rispetto ai piani e ai protocolli di emergenza in vigore.

L’attività rientra tra le attività periodiche che l’Autorità Marittima ha il compito di programmare, almeno due volte l’anno, per testare l’efficienza delle procedure d’intervento previste, tenendo sempre aggiornato l’elenco delle risorse umane e materiali disponibili; a tal scopo l’esercitazione ha coinvolto anche la componente S.A.R. (Search And Rescue).

La motovedetta della Guardia costiera

Martedì, 22 giugno 2021

Più informazioni
commenta