Latitante senza un soldo chiede aiuto in ambasciata: arrestato in aeroporto - LinkOristano
Regione

Latitante senza un soldo chiede aiuto in ambasciata: arrestato in aeroporto

Da anni a Santo Domingo, deve scontare quasi otto anni di carcere

Carabinieri notte

Latitante senza un soldo chiede aiuto in ambasciata: arrestato in aeroporto
Da anni a Santo Domingo, deve scontare quasi otto anni di carcere

Dopo qualche anno di latitanza a Santo Domingo aveva finito i soldi. Così si è presentato all’ambasciata italiana, come un qualunque turista in difficoltà, e ha chiesto aiuto con l’acquisto del biglietto per tornare in patria. Ma Daniele Schintu, 40 anni, cagliaritano già domiciliato a Dolianova, non era un qualsiasi italiano rimasto al verde all’estero, e in ambasciata l’hanno scoperto presto, grazie alle informazioni ricevute dai carabinieri di Dolianova.

Schintu era sparito a marzo del 2016, mentre era agli arresti domiciliari a Dolianova, e deve scontare un residuo di pena pari a poco meno di 8 anni di reclusione, per diverse condanne (rapina, resistenza a pubblico ufficiale, furti, ricettazioni).

All’arrivo, l’ex fuggitivo ha trovato all’aeroporto di Malpensa un comitato di accoglienza, dopo la segnalazione arrivata dalla Sardegna: i carabinieri della stazione di Milano Malpensa, con la collaborazione del personale della Polizia di frontiera, gli hanno notificato un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti trasmesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, Ufficio esecuzioni penali.

Daniele Schintu è ora nel carcere di Busto Arsizio, a disposizione dell’autorità giudiziaria cagliaritana.

Lunedì, 21 giugno 2021

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 03 92

Più informazioni
commenta