Artigianato artistico e design, al Murats una mostra su Anfossi - LinkOristano
Eventi

Artigianato artistico e design, al Murats una mostra su Anfossi

Dal 30 maggio il museo di Samugheo rende omaggio a un artista scomparso troppo presto

Tosino Anfossi opera

Artigianato artistico e design, al Murats una mostra su Anfossi
Dal 30 maggio il museo di Samugheo rende omaggio a un artista scomparso troppo presto

Un’opera di Tosino Anfossi

Il Murats di Samugheo riapre con un omaggio a una figura che ha dato un importante apporto alla crescita del design nell’artigianato artistico sardo e dedica una mostra a Tosino Anfossi, dal 30 maggio al 18 luglio. Il progetto nasce dalla volontà del Comune del Mandrolisai e del Museo unico regionale dell’arte tessile sarda di promuovere la riscoperta e lo studio di un settore che è tuttora un importante volano dell’economia del territorio.

La mostra – curata da Baingio Cuccu, direttore del Murats, e da Francesca Iurato – racconta la storia di uno dei maggiori talenti del design applicato all’artigianato artistico, con i suoi progetti, le sue connessioni e le sue opere. Anfossi è stato scultore, pittore, disegnatore ma soprattutto creatore. È stato socio di Tavolara, con il quale – sotto il marchio “ATTE” – creò un’industria di arti applicate tra balocchi in legno, ricami e oggetti d’arredamento.

“Il focus della mostra”, spiegano i curatori, “è quello di dare luce e vigore ad una figura artistica prematuramente scomparsa di cui si è poco indagato, cercando di evidenziare la sua tipicità isolana nei colori delle vesti e nei tratti somatici, ma volti all’Internazionale, se pensiamo ai molteplici premi e riconoscimenti vinti in diverse Esposizioni delle Arti decorative peninsulari ed esteri. La peculiarità dei mestieri e dei sentimenti umani sono racchiusi nei volti vissuti dei fantocci, intrisi di dignità del lavoro e della tradizione folkloristica-popolare”.

Tosino Anfossi, autoritratto

“La mostra verterà sull’esposizione di oggetti del design e dell’artigianato artistico del primo Novecento con pezzi fino ad ora mai esposti, dipinti e sculture, disegni di progetti preparatori, schizzi a matita composti di getto che raccontano la nostra Terra e le persone che vi abitano e persino la tesi di laurea in chimica sulla tintura e sulla colorazione delle vesti isolane, tra cui la più nota orbace”, spiegano gli organizzatori.

“Con la preziosa cura e attenzione del nipote Video, anche quest’ultimo artista degno di nota e pregio recentemente scomparso, la ricerca racchiude il campo d’indagine dai suoi esordi alla fase più matura, ricerca che condizionerà l’evoluzione dello stile dell’artigianato sardo in una nuova dimensione, quella del design. Da qui il titolo della mostra: AB ORIGINE”.

Da domenica 30 maggio, l’esposizione dedicata ad Anfossi sarà visitabile la mattina dalle 9.30 alle 13 e il pomeriggio dalle 17 alle 20. Nei giorni festivi, il sabato e la domenica sarà necessaria la prenotazione.

Venerdì, 21 maggio 2021

commenta